Fermato ragazzo marocchino di 28 anni voleva vendere hashish ai giovanissimi

Ultimi articoli
Newsletter

Sant'Omero | Nell'ultimo periodo si era procurato una grande quantità da spacciare

Fermato ragazzo marocchino di 28 anni
voleva vendere hashish ai giovanissimi

Nascondeva la sostanza stupefacente nella sua camera da letto

di Laura Ripani

Spaccio
Spaccio

VAL VIBRATA | Riforniva di hashish i giovani della Val Vibrata. Nell’ultimo periodo si era approvvigionato di un cospicuo quantitativo della sostanza stupefacente con l’obiettivo, secondo quanto appurato dagli agenti di Polizia, di venderla ai ragazzi giovanissimi del territorio.

È stato fermato un cittadino marocchino. Nascondeva la sostanza nella sua camera da letto. La squadra mobile, nel tardo pomeriggio di ieri, nel corso di specifica attività antidroga ha tratto in arresto un cittadino marocchino di 28 anni, irregolarmente soggiornante in Italia e dimorante nella città di Sant’Omero. L’uomo è responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il ragazzo marocchino, secondo quanto appreso da persone gravitanti nel mondo della droga, era da tempo dedito allo spaccio e di recente si era approvvigionato di un cospicuo quantitativo di “hashish” da rivendere soprattutto ai giovanissimi. Gli agenti della squadra mobile al fine di interrompere l’attività delittuosa, dopo essersi assicurati della sua presenza all’interno dell’abitazione, lo hanno sottoposto a perquisizione personale e del domicilio. Debitamente occultata sotto il letto gli agenti hanno rinvenuto una tavoletta di “hashish” del peso complessivo di 100 grammi. Arrestato, è stato condotto in questura in attesa del giudizio direttissimo e della contestuale udienza di convalida.

L’hashish è una sostanza stupefacente derivata dalla pianta di cannabis oppure comunemente chiamata canapa. Solitamente gli effetti variano ma inducono un effetto di euforia, attenuazione della reattività fisica, disordine nelle percezioni sensoriali e delle esperienze estatiche, un temporaneo abbassamento della pressione sanguigna, alterazione delle percezioni, distorsione della realtà, calo temporaneo della memoria, aumento dell’appetito, secchezza delle fauci, giramenti di testa e sonnolenza. L’assunzione della canapa può avere inoltre pericolose interazioni farmacologiche ad esempio quando un soggetto è sotto terapia medica di qualsiasi tipo.

Venerdì 22 marzo 2013

© Riproduzione riservata

872 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: