L'opposizione è soddisfatta per la riduzione delle tasse. Approvate nuove aliquote Imu

Ultimi articoli
Newsletter

Tortoreto | secondo il pd, il reddito irpef non evidenzia la reale situazione

L'opposizione è soddisfatta per la riduzione
delle tasse. Approvate nuove aliquote Imu

Il nuovo regolamento prevede l'esenzione per l'abitazione principale

di Laura Ripani

Nico Carusi
Nico Carusi

TORTORETO | Soddisfazione da parte del partito democratico di Tortoreto, attuale opposizione consigliare, per l’approvazione delle nuove aliquote per l’applicazione dell’Imu. Secondo gli esponenti Nico Carusi, Mauro Di Bonaventura, Mauro Postuma e Sandro Porrea la cosa più giusta è ridurre le tasse soprattutto in un momento di grande crisi economica.

«Il partito democratico di Tortoreto è soddisfatto per l’approvazione delle nuove aliquote per l’applicazione dell’Imu, ridurre le tasse in questo momento di grande crisi è la cosa più giusta che si possa fare, inoltre il nostro contributo ha permesso di apportare la modifica sull’aliquota per comodato d’uso gratuito ai parenti di primo grado ovvero genitori e figli. La possibilità ai parenti di primo grado di usufruire della riduzione era possibile se era presente il contratto di comodato gratuito regolarmente registrato, nella prima stesura presentata dalla maggioranza era cosi richiesto, ma questo atto avrebbe pesato sulle famiglie per un costo di circa 300 euro, la nostra proposta di modifica ha permesso di eliminare la dicitura “regolarmente registrato” facendo risparmiare così molti soldi» ha commentato il gruppo di centrosinistra.

Imu
Imu

Inoltre, il nuove regolamento prevede la totale esenzione della tassa per l’abitazione principale. «La maggioranza di centrodestra si è orientata per dare l’esenzione facendo riferimento all’imponibile Irpef del nucleo familiare (minore di 33 mila 500 euro); noi abbiamo contestato questo metodo, perché il reddito Irpef non evidenzia la reale situazione economica della famiglia, ormai sono anni che per beneficiare agevolazioni per asilo nido, tasse universitarie, luce, gas, colonie, libri ed altro, si utilizza la dichiarazione ise, che fotografa la reale situazione economica del nucleo familiare, in quanto gli elementi che concorrono alla formazione del reddito sono, secondo il decreto: il reddito, patrimonio mobiliare, immobiliare, nucleo familiare e caratteristiche del nucleo familiare. Cosa ben diversa dalla sola analisi del reddito dichiarato in questo modo l’amministrazione ha preferito salvaguardare l’esenzione del pagamento per la prima abitazione anche per i furbetti» hanno concluso i consiglieri di minoranza.

Sabato 27 aprile 2013

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: