Musei aperti fino al 2 giugno per il festival delle bande e il colorato "Acqualuce fuoco"

Sullo stesso argomento
Ultimi articoli
Newsletter

Giulianova | ideatrice di acqualuce fuoco è il nome della rosa

Musei aperti fino al 2 giugno per il festival
delle bande e il colorato "Acqualuce fuoco"

Quaranta artisti coloreranno gli sportelli delle utenze di acqua, enel e
metano

di Laura Ripani

Conferenza Stampa
Conferenza Stampa

GIULIANOVA | Musei aperti dal 29 maggio al 2 giugno per il festival internazionale delle bande. Infatti, l’amministrazione comunale ha deciso l’apertura straordinaria delle strutture cittadine in occasione del grande evento “Festival internazionale delle bande” per dare la possibilità a tutti gli ospiti che si recheranno a Giulianova, di visitare i musei. Saranno aperti la Gipsoteca Pagliaccetti, la cappella De Bartolomei di piazza della libertà e il museo archeologico La Rocca ex il Bianco di via del Popolo. La gestione è garantita dagli operatori della cooperativa il Volo, affidataria del servizio.

GLI ORARI | Da oggi 29 maggio e fino al 2 giugno le strutture saranno aperte con ingresso libero con orari 20 e 30 fino alle 22. Mentre sabato primo giugno dalle 9 e 30 alle 12, dalle 17 alle 19 e dalle 20 e 30 alle 23 e 30. Infine domenica 2 giugno saranno aperte solo dalle 20 e 30 fino alle 23 e 30.

ACQUALUCE FUOCO | È la manifestazione illustrata proprio questa mattina in conferenza stampa nella sala consiliare del palazzo municipale. L’assessore alle politiche sociali Nausicaa Cameli ha chiarito il programma insieme ai rappresentanti dell’associazione Il nome della Rosa ideatrice del progetto. Quaranta artisti locali e provenienti da altre località abruzzesi ma anche da Lazio e Puglia, il primo giugno dipingeranno nel Centro Storico gli sportelli delle utenze acqua-enel-metano, trasformandole in singolari opere d'arte. «Le aree interessate dall'intervento sono quelle di Corso Garibaldi, Via dei Magazzeni, via Acerbo e Piazza Buozzi. Diverse le tecniche e i materiali utilizzati, dall'acrilico al gesso, dalla ceramica all'olio, e sempre su tema libero per lasciare massima espansione alla creatività, anche se i riferimenti dovrebbero essere, o almeno tener conto, degli elementi archetipici, appunto luce, acqua e fuoco. La nostra idea, quella cioè di intervenire sulle superfetazioni urbane, quali appunto gli sportelli delle utenze, rendendo più gradevole l'aspetto delle vie e piazze del Centro storico è stata molto apprezzata in alcune località abruzzesi, come Pescara e Montepagano, ma anche di fuori Abruzzo, come Barletta, e quindi pensiamo di innestarla in quelle realtà» ha spiegato Paolo Di Cristofaro in rappresentanza dell'associazione “Il nome della rosa”, ideatrice e organizzatrice della manifestazione.

La manifestazione, inserita nel quadro del Festival internazionale delle bande musicali, prenderà avvio alle 9, alternandosi con la sfilata della Banda dell'Ungheria. Alle 13 e 30 è previsto un pranzo comunitario al sacco che si terrà nelle scalette della Salita Montegrappa. Gli artisti riprenderanno la loro opera alle 14 e 30 mentre alle 18 e 30 si terrà, nei pressi del Duomo di San Flaviano, il concerto jazz&soul dei “Pannonica”, guest Sabatino Matteucci. La manifestazione si concluderà alle 19:30. “Acqualuce Fuoco”, sotto la direzione artistica di Massimo Pasqualone, ha il patrocinio dell'amministrazione comunale e si avvale della collaborazione di “Via del Sole Volontari Giulianova”, Premio d’Arte “D’Annunzio” Pescara, Associazione culturale “Gruppo Orao” e associazione “Candido Donatelli”.

Mercoledì 29 maggio 2013

© Riproduzione riservata

991 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: