Sabato il convegno "Cittadinanza europea attiva valori e prospettive" nella sala San Carlo

Ultimi articoli
Newsletter

Teramo | organizzato dal centro europe direct e centro servizi volontariato

Sabato il convegno "Cittadinanza europea
attiva valori e prospettive" nella sala San Carlo

Lo Sve offre in particolare ai giovani dai 18 ai 30 anni un'esperienza di apprendimento interculturale in un contesto non formale, promuove la loro integrazione sociale e la partecipazione

di Laura Ripani

Manifesto convegno
Manifesto convegno

TERAMO | Sabato alle 10 il convegno sulla cittadinanza europea attiva, Teramo incontra i giovani volontari dell’Europa. L’incontro si svolgerà nella sala San Carlo del museo archeologico ed è promosso dal centro Europe Direct e Centro servizi per il volontariato. Lo scopo del convegno è quello di far conoscere le opportunità e gli strumenti per essere cittadini dell’Europa e ascoltare le esperienze di volontariato in Italia di ragazzi di altri paesi dell’Unione Europea. Formazione, volontariato, Europa. Sono queste le parole chiave per capire come mai sempre più giovani sono attratti dall’opportunità di un’esperienza all’estero o scelgono di vivere la propria crescita civile e professionale oltre i confini nazionali. Per approfondire questi aspetti, il Centro Europe Direct Teramo e il Centro Servizi per il Volontariato di Teramo, in occasione dell’ “Anno Europeo dei Cittadini”, hanno organizzato un convegno dal titolo “Cittadinanza europea attiva: valori e prospettive”. 

IL PROGRAMMA | Dopo i saluti istituzionali, il presidente del Consorzio Punto Europa - Centro Europe Direct Teramo, Giovanni Luzii, illustrerà le finalità dell’Anno Europeo 2013. Seguiranno quindi gli interventi dell’avvocato e docente universitario Paolo Grassi, che parlerà del significato della cittadinanza europea, del docente universitario Enzo Di Salvatore, che spiegherà il concetto di partecipazione e cittadinanza attiva, e di Anna Villani dell’Agenzia Nazionale Giovani, che presenterà il Servizio Volontario Europeo, una delle opportunità offerte dall’Unione Europea per rafforzare la cittadinanza attiva e la coesione sociale. Lo Sve offre in particolare ai giovani dai 18 ai 30 anni un'esperienza di apprendimento interculturale in un contesto non formale, promuove la loro integrazione sociale e la partecipazione. I giovani possono svolgere un'attività di volontariato anche al di fuori dell'Europa, per un periodo che va da 2 a 12 mesi, lavorando come "volontari europei" in vari settori o aree di intervento: cultura, gioventù, sport, assistenza sociale, patrimonio culturale, arte, tempo libero, protezione civile, ambiente, sviluppo cooperativo, ecc. Nel corso del convegno alcuni giovani volontari europei, in Italia grazie allo SVE, racconteranno la loro esperienza. «L'Anno europeo dei cittadini, che ricorre nel ventesimo anniversario della cittadinanza dell'Unione, introdotta dal trattato di Maastricht nel 1993 mira a rafforzare la consapevolezza e la conoscenza dei diritti e delle responsabilità connessi alla cittadinanza europea. Per questo motivo, abbiamo inteso organizzare una giornata di incontro e discussione su cosa significhi oggi essere cittadino europeo e quali opportunità possa dare ai giovani essere parte dell’Unione» ha dichiarato il presidente del Consorzio Punto Europa Teramo, Giovanni Luzii. «L’incontro sarà l’occasione per approfondire l’esperienza del Servizio Volontariato Europeo, che consideriamo uno strumento notevole attraverso il quale i giovani volontari hanno l’opportunità di entrare in contatto con nuove culture, esprimere la propria solidarietà verso gli altri e crescere in una dimensione più ampia che abbraccia diverse culture e Paesi. Sosteniamo con convinzione il volontariato europeo e invitiamo i nostri giovani a conoscere meglio i progetti ad esso collegati» ha commentato il presidente del Centro Servizi per il Volontariato di Teramo, Massimo Pichini.

Giovedì 30 maggio 2013

© Riproduzione riservata

1166 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: