Silvi mette in atto il progetto sociale Home Care. Premium per il sostegno ai pensionati

Sullo stesso argomento
Ultimi articoli
Newsletter

Silvi | il progetto si caratterizza nella costruzione di una rete tra enti

Silvi mette in atto il progetto sociale Home Care
Premium per il sostegno ai pensionati

L'iniziativa si pone l’obiettivo di attuare percorsi sostenibili

di Laura Ripani

Sostegno
Sostegno

SILVI | Presentato il progetto Home Care Premium giovedì scorso 28 marzo. L’iniziativa si è svolta nei locali della sala consiliare del Comune, dove c’è stata la conferenza stampa per la presentazione del progetto “Home Care Premium”. Erano presenti diverse personalità quali l’assessore alle politiche sociali Fabrizio Valloscura, la dottoressa Patrizia Napoletano delegata dell’Inps e alcuni esponenti locali della Croce Rossa e di varie associazioni del territorio.

Il progetto è diretto ai pensionati della pubblica amministrazione e ai loro familiari non auto sufficienti e dovrà avviarsi entro il 1 giugno 2013 e concludersi nel mese di settembre 2014. Verrà finanziato dall’Inps attraverso il fondo credito e attività sociali, alimentato dal prelievo obbligatorio dello 0,35 per cento sulle retribuzioni del personale delle pubblica amministrazione in servizio. I principali benefici previsti sono le prestazioni prevalenti, ovvero i contributi economici, erogati direttamente dall’Inps ex Inpdap, in relazione al bisogno e alla capacità economica della famiglia (Isee), fino ad un massimo di mille e 200 euro mensili. Prestazioni integrative, ovvero servizi di sollievo domiciliare, frequenza centri diurni, servizi di trasporto e accompagnamento, consegna pasti, installazione ausili e demotica. L’ambito Territoriale Sociale n. 7 “Costa Sud 1° comprendente i Comuni di Silvi, Atri e Pineto, ha aderito all’iniziativa Home Care Premium dell’Inps gestione dipendenti pubblici che finanzia progetti innovativi e sperimentali di assistenza domiciliare.

Il progetto si caratterizza per la sua capacità di costituire una rete tra enti locali virtuosi, orientati ai bisogni dei propri cittadini, capaci di sperimentare forme innovative di intervento in favore di soggetti non autosufficienti, finalizzati a facilitarne la permanenza nel proprio domicilio, garantendo così, il soddisfacimento dei bisogni primari dei cittadini interessati a seconda delle diverse situazioni personali, familiari e delle necessità assistenziali di ciascuno. I progetti si rivolgono ai pensionati della pubblica amministrazione definiti “Né/Né”, né troppo poveri per accedere ai servizi pubblici, né troppo abbienti per poter sostenere economicamente interventi privati di assistenza. L’intera iniziativa è soggetta a monitoraggio continuo per identificare le migliori esperienze maturate sul territorio di cui si propone il trasferimento anche ad altre realtà territoriali.

«Nello specifico Home Care Premium 2012 si pone l’obiettivo di attuare e sostenere finanziariamente, nel corso del 2013, percorsi sostenibili che tengano conto del contesto nazionale attuale delle risorse finanziarie limitate, della crescita del bisogno a seguito dell’innalzamento di età della popolazione e dell’evoluzione delle strutture familiari e sociali di base. Il progetto ha lo scopo non solo di sostenere e definire interventi diretti assistenziali in denaro o natura, ma anche di supportare la comunità degli utenti nell’affrontare, risolvere e gestire le difficoltà connesse allo status di non auto sufficienza proprio e dei familiari» ha dichiarato l’assessore Fabrizio Valloscura.

Venerdì 29 marzo 2013

© Riproduzione riservata

1169 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: